RTP Slot Machine – Guida al Payout delle Slot

Ultimo aggiornamento:

Indice dei contenuti

Cos’è l’RTP ?

In questo nostro approfondimento cercheremo di capire cosa significa RTP nelle slot machine e come interpretare quello che a conti fatti è un dato numerico che però nasconde parecchie informazioni al suo interno, alcune delle quali basilari per il giocatore. E’ infatti dall’RTP che si misura la “generosità” di una slot, e quindi le nostre maggiori o minori chance di poter vincere con essa.

Best RTP slots1Guida RTP Slot Online

Cosa significa RTP ? Letteralmente l’acronimo sta per “Return To Player“, quindi ritorno al giocatore, ed essendo espresso in percentuale, sta ad indicare quanto dell’intero ammontare che la macchina incassa durante un certo periodo prestabilito viene restituito al giocatore sotto forma di vincita. Molto spesso viene anche indicato come “Payout“.

Quindi molto semplicemente, più alto sarà l’RTP maggiori saranno le nostre chance di vittoria.

Scopri la Classifica delle Slot Che Pagano di Più.

Perchè è importante l’RTP ?

La percentuale di ritorno al giocatore è il primo dato che si deve andare a vedere quando si prova o valuta una slot, sia essa fisica oppure online. Dato che a nessuno piace giocare per il gusto di perdere, è facilmente intuibile come una slot ad RTP alto sia preferibile ad una con valore inferiore, anche se magari la prima ad impatto grafico ci colpisce meno.

Se per esempio il dato è di RTP 95%, significa che se noi buttassimo nella slot 100 monete da 1 euro, alla fine della sessione di gioco dovremmo trovarci in mano con 95 monete da 1 euro.

Quindi giocando alle slot vado sempre in perdita ? Ovviamente no. Anzitutto il tasso di rendimento all’atto pratico non ci calcola su numeri esigui ma ovviamente su intervalli più ampi. In secondo luogo, ovviamente sappiamo benissimo che per un giocatore che vince alle slot ce ne sono sempre di più che al contrario perdono. Però è chiaro che più la macchina restituisce ai giocatori, minori saranno quelli che non incasseranno nulla.

Ecco perchè comunque, l’RTP è sempre un valore che va considerato teorico. A fronte di giocatori che, sempre per rimanere con l’esempio citato, inseriranno 100 monete, ne avremo molti che alla fine avranno meno di 95 in mano (o anche nessuna, sigh) e pochi che invece avranno più di 95 monete in mano.

E del resto, se così non fosse, nessuno più giocherebbe alle slot online !

Esistono un RTP minimo ed un RTP massimo ?

Diciamo che per quanto riguarda la determinazione della generosità di una slot machine, viene lasciata ampia libertà ai distributori. Ovviamente il tutto è basato su un bilanciamento dei vari interessi in gioco.

Il discorso è molto semplice : se un casino tenesse slot con un RTP molto basso, i suoi guadagni sarebbero certamente maggiori, ma nel lungo periodo il rischio concreto è quello che il giocatore si stufi di essere costantemente in perdita e quindi scelga di passare ad un concorrente. Al contrario, se le slot offerte dal casino avessero tutte RTP altissimo o massimo, ecco che il guadagno dello stesso verrebbe meno.

A livello legislativo non sono imposti limiti minimi di RTP per le slot online, ma solamente per quelle fisiche, che devono avere un payout minimo almeno dell’84% per le VLT e del 68& per le AWP, come disposto dall’ultima Legge di Bilancio.

Questo ancora una volta fa capire come giocare alle slot online sia certamente meglio rispetto a quelle fisiche, dato che per il gioco in rete non sono stabiliti tali vincoli e mediamente le varie slot hanno un RTP che solitamente è sempre superiore al 90% e mediamente sfiora il 95%.

Come calcolare rtp slot

Come si calcola l’RTP di una slot machine ?

Il meccanismo di calcolo dell’RTP ci fa capire il perchè la scelta più semplice sia quella di fidarsi del dato che ci viene fornito dal distributore, visto che non è proprio semplice e soprattutto economico farlo noi stessi.

Per calcolare il payout infatti si dovrebbero programmare lunghe sessioni di gioco, ergo molto costose, in ognuna delle quali andiamo a sbloccare tutte le vincite possibili della macchina, intese come bonus game, giochi extra e funzionalità varie. La media dei risultati ottenuti ci darà la percentuale di ritorno della slot.

Tuttavia questa improbabile esperienza ci fa capire che le sessioni di gioco, per quanto lunghe, non sono tutte identiche a se stesse, dato che è la slot stessa a prevedere un meccanismo random per il quale gli extra non vengono attivati ad intervalli costanti l’uno dall’altro. Inoltre anche la puntata incide sul conteggio, perchè se si punta il massimo, l’rtp sarà maggiore, al contrario se punteremo sempre al minimo sarà inferiore.

Ecco perchè può capitare anche di vedere una percentuale di ritorno espressa con un intervallo tra due valori (es. rtp compreso tra 93.7% e 95.9%).

Purtroppo non è nemmeno possibile eseguire il calcolo sfruttando le slot gratis presenti su molti siti casino, perchè essendo prodotti a scopo promozionale ovviamente la frequenza di attivazione dei bonus è molto più alta rispetto alla realtà, anche se comunque resta sempre un buon esercizio per comprendere al meglio il funzionamento di una slot online.

L’RTP è un dato affidabile ?

Per quanto visto sopra, diciamo che per forza di cose dobbiamo ritenere il dato fornito come affidabile. E del resto bisogna anche essere onesti nell’ammettere che software house come per esempio Playetch, Capecod o NetEnt solo per citare alcune tra le più famose, hanno raggiunto un grado di serietà ed affidabilità tale che di certo non hanno bisogno di elemosinare un più o meno uno percentuale.

Vero è che quando si parte con la progettazione di una nuova slot, si ha già ben presente il valore di generosità che si intende raggiungere, e che in un certo senso tale dato incide anche sulle vendite del prodotto. A ciò però c’è anche da aggiungere che i casino sono soggetti a stretti controlli da parte delle autorità preposte alla regolamentazione del gioco online (in Italia abbiamo ADM) e quindi si può tranquillamente affermare che il dato che viene fornito al pubblico sia assolutamente affidabile.

L’RTP dipende dai bonus dei casino ?

In questo caso la risposta è negativa, ma allo stesso tempo possiamo anche affermare che l’rtp va tenuto in considerazione anche in riferimento ai bonus casino online.

Questo perché come ben sappiamo, i bonus che si ottengono dai casino, che siano bonus di benvenuto, bonus senza deposito o altre promozioni, non consistono mai in denaro reale e direttamente prelevabile, ma occorre convertirlo rispettando alcune condizioni che possono essere più o meno rigidi a seconda dell’offerta.

Molto spesso il tutto si traduce nel cosiddetto requisito di giocata o rollover, che indica le volte che dobbiamo puntare il bonus per poterlo trasformare in somma prelevabile. Per esempio, se il rollover è di 30 (30X) vuol dire che il nostro ipotetico bonus da 10€ sarà prelevabile una volta che avremo puntato 300€ reali sui vari giochi.

Se sceglieremo giochi, in particolare slot, con RTP alto, molto probabilmente impiegheremo meno a soddisfare i requisiti richiesti rispetto ad altri giochi dove la vincita è meno probabile.

Davide Staff di

Dal 2011 testiamo e recensiamo i casino online per fornire ai nostri lettori tutti i suggerimenti più utili per giocare in sicurezza sui siti più affidabili. Senza la presunzione di essere i migliori, ma certi della nostra serietà, competenza e trasparenza.

Guide correlate che ti potrebbero interessare: