Segnali Briscola

Ultimo aggiornamento:

Quale appassionato di carte non ha mai giocato a briscola almeno una volta nella propria vita? Come probabilmente saprai, si tratta di uno dei giochi di carte più diffusi in Italia che si tramanda di generazione in generazione sin dal 1828, anno in cui si registra il primo riferimento storico alla briscola. In questa guida però non andremo a spiegare le ben note regole di questo celebre gioco, ma ci concentreremo sui cosiddetti “segnali” che servono per comunicare tra due compagni che fanno parte della stessa coppia: una sorte di linguaggio in codice molto importante durante lo svolgimento dell’azione.

briscola
Indice dei contenuti

Elenco di tutti i segnali della briscola

Vediamo quali sono i segnali della briscola più classici che valgono nella maggior parte delle zone dell’Italia. Chiaramente i segnali vanno fatti molto rapidamente e senza farsene accorgere dagli avversari. Quelli che seguono sono i segnali universali che indicano al compagno cosa abbiamo in mano: solitamente alludono alle carte di briscola, ma possono valere anche per gli altri semi.

  • Asso di briscola: stringere le labbra.
  • Tre di briscola: contrarre lateralmente le labbra.
  • Re di briscola: alzare gli occhi al cielo.
  • Cavallo di briscola: mostrare la punta della lingua.
  • Fante di briscola: alzare la spalla.
  • Briscola di basso valore: sfregare il pollice con l’indice.
  • Mancanza di briscole: stringere gli occhi.
  • Carico di qualsiasi seme: gonfiare le guance.

Occorre precisare che ci sono due tipologie di comunicazione: è possibile dialogare pubblicamente con il compagno per dargli direttive o consigli su quali carte dovrebbe giocare in una mano, mentre le indicazioni sulle carte che si hanno in mano devono essere preferibilmente fatti con discrezione.

Segnali della briscola in Toscana

Una particolarità arriva dalla regione Toscana, nella quale si utilizzano segnali leggermente differenti per comunicare le proprie carte al compagno.

  • Asso di briscola: strizzare l’occhio.
  • Tre di briscola: contrarre lateralmente le labbra.
  • Regina di briscola: mostrare la punta della lingua.
  • Fante di briscola: alzare la spalla.
  • 7 di briscola: gesto obliquo con la mano dalla spalla sinistra verso destra.
  • 6 di briscola: mettere una mano sullo stomaco o muovere le labbra stile bacio.
  • 5, 4, 2 di briscola: arricciare le narici.

La briscola nei casinò online ADM

briscola online

Sembra scontato dirlo, ma se si gioca a briscola online tutti questi segnali vengono meno e forse è l’unico vero difetto del gioco su internet.

Per il resto però ci sono svariati vantaggi del gioco online, soprattutto perché è immediato, sicuro e disponibile in ogni orario del giorno.

Puoi accedere a una sala da briscola in qualsiasi momento ti va di giocare e troverai sempre avversari da sfidare al tavolo.

I casino online ADM garantiscono un intrattenimento affidabile, un mescolamento delle carte totalmente casuale e tornei/partite di qualsiasi buy-in.

Domande Frequenti

Come si segna il re a briscola?

Alzando gli occhi al cielo velocemente. E’ importante che i segnali della briscola vengano fatti in modo rapido e senza farsi vedere dagli avversari: occorre quindi un certo feeling tra te e il tuo compagno.

Quali sono gli scartini?

Gli scartini, detti anche lisci, sono tutte le carte non di briscola eccetto asso, tre e figure, per cui sono 2, 4, 5, 6 e 7. In totale si gioca con un mazzo di 40 carte, sono esclusi 8, 9 e 10.

Quanti sono i punti della briscola?

I punti presenti nel mazzo sono 120, per vincere devi ottenerne almeno 61. L’asso vale 11 punti, il tre vale 10 punti, fante, cavallo e re valgono rispettivamente 2, 3 e 4 punti. Si può giocare in partita secca oppure in una sorta di andata e ritorno.

Federico Gulotta di

Classe '88 e nato a Pisa, giornalista pubblicista, da sempre appassionato di iGaming con particolare attenzione all'evoluzione e alle dinamiche di mercato che riguardano casinò online e slot machine.

Guide correlate che ti potrebbero interessare: