Contare le carte : la nostra Guida Completa alle Strategie Blackjack

Ultimo aggiornamento:

In questa particolare Guida Casinosulweb, vi illustreremo i metodi più conosciuti per contare le carte a blackjack, una abilità che non garantisce la vittoria, ma senza ombra di dubbio ti può fornire un aiuto fondamentale, specie se il tuo avversario non è a sua volta fornito di tale conoscenza o il croupier non sa che tu stai contando le carte.

blackjack carte
Indice dei contenuti

Come contare le carte a Blackjack

Quella di contare le carte è la più ricercata dagli appassionati tra le strategie blackjack, ed ognuno vede, spesso ingenuamente va detto, tale possibilità come la soluzione madre per vincere partite in serie al famoso gioco di carte. Non può dirsi che questa sia la soluzione assoluta, ma sicuramente è da tutti considerata la migliore, ed è anche e soprattutto per questo che sono numerosissime le pubblicazioni a tema. Saper contare le carte richiede anzitutto grande applicazione data la sua complessità, e necessita quantomeno di una buona affinità con la matematica, accompagnata da una buona memoria. Detto della difficoltà nell’apprendere la tecnica, il tutto potrebbe però essere poi compensato con successi e soddisfazioni dato il deciso aumento di chance di vittoria.

Contare le carte è legale ?

Partendo dal presupposto che non esiste alcuna legge che impedisce di farlo, possiamo tranquillamente affermare che contare le carte è lecito e possibile, anche se non è escluso che leggi di paesi particolari possano vietarlo con particolari provvedimenti dei quali però obiettivamente non abbiamo notizia.

Se la legge non si oppone, è chiaro però che i casinò sono fortemente contrari al conteggio delle carte, per il semplice motivo che vogliono proteggere i loro incassi e limitare le perdite. Tuttavia, il contare le carte alla fine si traduce in un’operazione mnemonica, ed è quindi difficilmente dimostrabile per vie ufficiali. Avete mai visto il film “21” ? E’ basato su una storia realmente accaduta, giusto per farvi un’idea di come funzionano le cose.

Posso contare le carte in tutti i tipi di casinò ?

Una volta apprese al meglio le tecniche di conteggio carte, le nostre possibilità di vincita aumenteranno senza ombra di dubbio, ma è giusto fare alcune doverose premesse prima che vi mettiate sotto con tutto il vostro impegno per imparare, dato che non sempre vi sarà concretamente possibile applicare questa tecnica vincente.

Nei Casinò reali, quindi i vari Sanremo, Saint Vincent, Venezia etc, il più delle volte non vi sarà possibile utilizzare le tecniche conteggio carte, dato che sarebbe necessaria la presenza di 4 soggetti distinti, ovvero :

“Back Spotter” : il giocatore che controlla l’andamento delle partite e conta la carte;
“Spotter” : si trova ad un tavolo di scarsa importanza, fa puntate minime, ed allo stesso tempo dice le puntate da fare con il “Gorilla”;
“Gorilla” : fa puntate di grosso calibro allontanandosi dal tavolo da gioco immediatamente dopo aver vinto;
– “Grande Giocatore” : è il giocatore con il compito di giocare le mani più grosse al tavolo da gioco dopo aver ascoltato i suggerimenti dei compagni di squadra.

E’ palese la difficoltà di mettere in piedi un’organizzazione simile e soprattutto senza dare nell’occhio, specie tenendo presente che i casinò non stanno certamente fermi a fare le belle statuine, ed hanno propri strumenti, apparecchiature e tecniche di controllo per evitare certe situazioni. Quindi in caso decideste di tentare ugualmente, è d’obbligo la massima discrezione, in particolare non esagerando con le vincite e con la loro costanza, in modo da non distinguervi da un normale giocatore mediamente bravo o semplicemente fortunato.

Viene più semplice organizzarsi con i propri soci nei Casinò Live con Croupier in webcam , però ad una condizione : è infatti necessario che il croupier non rimescoli ogni volta il mazzo di carte, perchè altrimenti il conteggio non sarebbe ovviamente applicabile. Non è facile dire quali casinò online applichino questo accorgimento e quali no, ma una volta trovato il casinò adatto, questo è senza ombra di dubbio il contesto che comporta il rischio minore.

Nei Casinò Online puri e semplici scordatevelo in partenza : il sistema rimescola in automatico il mazzo ad ogni mano, di conseguenza è proprio impossibile.

Ad ogni modo ricordate sempre che onde evitare figure imbarazzanti, prima di lanciarvi nei vostri tentativi è necessario tanto studio e tanto tanto allenamento.

Come posso imparare a contare le carte?

A meno che non siate dei computer umani, nessuno è in grado di contare carte blackjack singola carta per singola carta, ed obiettivamente, se foste in grado di farlo, il nostro consiglio è quello di volgere le vostre capacità verso attività parecchio più nobili rispetto a vincere al casinò ed oltretutto molto più remunerative, tenendo presente quanto detto in precedenza.

Imparare come contare le carte non è una cosa affatto semplice, che richiede pratica, memoria, tanta costanza oltre ad un buon sistema di conteggio, ma quasi chiunque, applicandosi ed allenandosi continuamente ripetendo migliaia e migliaia di volte (ebbene si, abbiamo detto migliaia) il conteggio, può arrivare ad acquisire questa abilità.

A prescindere dal metodo scelto, il fondamento del contare le carte sta nel ricordare quali sono le carte che sono già uscite, e quali invece sono ancora nel mazzo. E qui sta il vero problema, ovvero ricordare le singole carte. La soluzione più banale a tale problema sta nel suddividere mentalmente le carte in due gruppi, quello delle carte alte, e quello delle carte basse, in modo da riuscire a calcolare la probabilità di appartenenza ad uno dei due gruppi della prossima carta che uscirà dal mazzo.

Sono uscite molte carte basse ? Bene, conta quanti sono gli assi usciti e se sono pochi, alza le tue puntate. Perchè ?

– Sono alte le probabilità che il banco sballi
– Sono maggiori le probabilità di fare blackjack
– Sono altissime le probabilità di avere mani buone.

Quali sono i sistemi per contare le carte a blackjack ?

Passiamo quindi all’illustrazione e spiegazione dei principali sistemi per contare carte blackjack, con una breve spiegazione sul loro funzionamento.

Sistema Hi – Lo (base)
Il sistema più indicato per i principianti, ed è inoltre quello che è fondamentale apprendere alla perfezione, dato che bene o male sta alla base di tutti gli altri sistemi più evoluti.

Si assegna un valore negativo, positivo o pari a zero a seconda del valore della carta; quando la carta di un determinato valore nominale viene distribuita automaticamente verrà associata a tale punteggio, suddiviso in tre gruppi.

Vediamo con un esempio pratico :

– Ogni carta dal 2 al 6 si aggiunge +1 al conteggio;
– Ogni carta dal 7 al 9 vale 0, sono quindi carte di nessun valore;
– Ogni asso o carta del valore di 10 si sottrae -1 al conteggio.
Quindi, ogni volta che la carta uscente è compresa fra 2 e 6, si somma 1 al conteggio, mentre si sottrae 1 quando esce un asso o una carta del valore di 10; negli altri casi, nulla quaestio.

Aggiorna il conteggio man mano fino a che le carte rimaste nel mazzo diventano poche. E’ ora di tirare le somme : se il conteggio carte è alto (ad esempio +14) significa che nel mazzo sono ancora presenti carte dal valore elevato. Potrai così seguire la strategia base illustrata in precedenza e gestire così al meglio split e raddoppi. (in questo caso, essendo alta la probabilità di uscita di una carta alta, io andrei cauto)

Sistema K.O.
Altro sistema per principianti, forse ancora più semplice del Hi-Lo appena visto.

Il sistema di conteggio assegnato alle carte è il seguente:

– Carta dal 2 al 7 : +1 nel tuo conteggio;
– Carte 8 e 9 non hanno valore : 0;
– Asso, figura o carta 10 : -1 nel tuo conteggio.

Il sistema è quasi identico all’Hi – Lo, con la sola differenza della Carta 7, che in questo caso vale +1, mentre nell’altro vale 0. La semplicità estrema è anche il principale difetto, dato che tiene solamente conto della differenza tra i valori delle carte e non delle loro combinazioni blackjack.

Se il totale calcolato è alto, conviene scommettere di più, mentre al contrario se è basso, la mano è a favore del banco, quindi è meglio giocare in difesa.

Il sistema delle carte di valore 10
Altro sistema decisamente di facile apprensione che consiste nel contare solamente le figure.

Il ragionamento sottostante a questo sistema è il seguente : in un mazzo di 52 carte, il rapporto delle figure con il totale delle carte è di 3,25. In un mazzo ci sono infatti 16 carte che valgono 10 (i 10 e le figure) su un totale di 52 carte, da qui il 3,25 (52/16).

Nel conteggio vanno tenute in considerazione solamente le carte che valgono 10 che escono di volta in volta ed in base a quello capire le probabilità che nelle mani successive escano altre carte di questo tipo, e tenere sempre a mente il coefficiente di 3.25.

Le nostre probabilità sono inversamente proporzionali al rapporto di 3.25 : se aumenta, le nostre chance diminuiscono, e viceversa. Tutto questo tenendo in considerazione che più carte che valgono 10 ci sono rispetto al totale e più sono le probabilità di fare 21 o comunque 20. Questo è piuttosto intuitivo da capire : se il rapporto aumenta vuol dire che diminuiscono le carte di valore 10 rispetto al totale e viceversa.

Il caso limite è che su 52 carte escano 20 carte “normali”, e quindi su 32 carte ben 16 abbiano valore 10. Il rapporto è 32/16 = 2. Al contrario, se escono 10 carte di valore 10 vuol dire che su 42 carte rimaste solo 6 valgono 10, per cui il rapporto è di 42/10 = 4,2

Sistema Hi Opt 1
Qui si inizia a fare sul serio e ad andare sul difficile con uno tra i metodi più complicati da mettere in pratica. Si tratta di un evoluzione del sistema Hi-Lo che però, essendo molto più complessa rispetto all’originaria ha il pregio di essere molto più precisa con minore percentuale di errore.

Superfluo dire che studio, pratica ed applicazione richiedono il massimo impegno e la massima concentrazione.

I valori da assegnare alle carte nella Strategia Hi Opt I sono :

– Carte dal 3 al 6 : +1;
– Carte 2, 7, 8, 9 : 0;
– 10 e tutte le figure : -1.

Quando inizia la partita il nostro conteggio, detto “Running Count”(RC) parte da 0. A mano a mano che escono le carte, si aggiorna il conteggio. Successivamente, il RC va diviso per il numero di mazzi che sappiamo restano ancora nel sabot, ottenendo così il conteggio reale, detto “True Count”.

Vediamo con un esempio :
Supponiamo che il tuo RC sia di +6 e rimane 1/3 del mazzo, in questo caso il risultato del TC sarà +18, dato dalla moltiplicazione di +6×3.

Gli assi non vengono calcolati. Questo perchè il loro conteggio viene fatto in un conto parallelo all’RC, detto “Aggiustamento degli Assi” e che consiste nel memorizzare il numero degli assi che mancano ad uscire, adattando la nostra strategia a tale conteggio.

Vediamo un altro esempio :

Tutti sappiamo che in ogni mazzo ci sono 4 assi, ciò significa che mediamente dovrebbe uscire 1 asso ogni quarto di mazzo. Quindi ad ogni quarto di mazzo dobbiamo vedere quanti assi saranno usciti fin lì : se il numero di assi è superiore a quello che mediamente dovrebbe essere uscito (es. dopo il primo quarto non è uscito ancora alcun asso), è ovvio che la probabilità di uscita degli assi aumenta, e conseguentemente aumenteranno anche le nostre chance di blackjack. In questo caro quindi aggiungiamo +1 al nostro RC, in caso contrario sottraiamo -1.

Per la sua complessità, consigliamo di utilizzare tale metodo solo nei tavoli che utilizzano 1 solo mazzo di gioco.

Sistema Hi-Opt II

Sviluppo del sistema appena visto, anche in questo caso abbiamo il Running Count e l’Aggiustamento degli Assi, con alcune differenze che permettono a tale metodo di essere ancora più professionale e preciso del precedente.

– Carte 2, 3, 6 e 7 : +1
– Carte 4 e 5 : +2
– Carte 8, 9 e Asso : 0
– 10 e figure : -2

Entrambi i sistemi Hi Opt si dicono bilanciati, quindi si parte dal conteggio di 0 e si arriva alla fine sempre a 0. Data l’estrema complessità del sistema Hi-Opt II e dei lievi vantaggi rispetto all’Hi-Opt I, consigliamo di concentrarvi su quest’ultimo fino a saperlo alla perfezione e poi approfondire la versione evoluta che non staremo qui a spiegarvi.

Sistema Omega II
Trattasi di uno dei più complessi e precisi sistemi in circolazione, il quale richiede massimo impegno da parte di chi lo vuole mettere in pratica. Ad oggi è probabilmente il sistema considerato il più potente tra quelli a disposizione, e proprio per questo riservato solamente ad utenti molto esperti.

– Carte 2, 3 e 7 : +1;
– Carte 4, 5 e 6 : +2;
– Carta 9 : -1;
– Figure e 10 : -2;
– 8 e Assi : 0.

Anche in questo caso, gli assi sono conteggiati a parte, e si tratta anche in questo caso di un sistema bilanciato.

Dove posso applicare queste tecniche vincenti per contare le carte a blackjack ?

Come vi abbiamo illustrato in precedenza, il contesto migliore nel quale allenarsi ed applicare senza correre troppi rischi le strategie blackjack per contare le carte, è quello di giocare nei Casinò Live con Croupier in webcam.

Tra le tante offerte a disposizione, vi proponiamo di giocare, tra gli altri, di giocare su Starvegas Casinò dove potrete ottenere subito un Bonus di 30€ + un Extra Bonus del 100% sul primo deposito fino a 300€ !

In conclusione, la prima fase è quella di allenarsi con i metodi più semplici, abituando la memoria ai conteggi ed alla memorizzazione. Imparate bene un metodo, applicatelo più e più volte fin quando non sarete “esperti” e passate quindi a metodi più impegnativi. Con tanto impegno raggiungerete risultati più che soddisfacenti.

Buona Fortuna !

Davide Staff di

Dal 2011 testiamo e recensiamo i casino online per fornire ai nostri lettori tutti i suggerimenti più utili per giocare in sicurezza sui siti più affidabili. Senza la presunzione di essere i migliori, ma certi della nostra serietà, competenza e trasparenza.

Guide correlate che ti potrebbero interessare: