Nuova stretta sulle slot dal Regno Unito: un esempio da seguire?

Ultimo aggiornamento:

Con l’incremento delle opzioni di gioco online, è cresciuta la necessità di applicare delle misure che possano garantire un’esperienza di gaming più sicura. E, con questo obiettivo, la UK Gambling Commission (l’authority di riferimento nel Regno Unito per il settore del gioco d’azzardo) ha annunciato un pacchetto di novità che dovrebbero rafforzare le protezioni a beneficio dei giocatori, e che prevederanno un più rigido controllo delle slot online.

Casino Gran Bretagna

Le misure includono ad esempio l’introduzione di limiti sulla velocità di gioco e un divieto permanente sulle caratteristiche che – si legge nel comunicato – “celebrano le perdite come vittorie“.

Prima di arrivare a queste novità, l’authority ha aperto una fase di consultazione con i giocatori, con l’industria del gioco d’azzardo e con altre parti direttamente interessate a questo business, con la finalità ultima di rendere i giochi di casinò online meno intensivi e più sicuri e, di conseguenza, permettere ai giocatori di poter vivere un’esperienza ancora più consapevole.

In questo senso, le slot online sembrano essere state l’obiettivo principale della Commissione, considerato che le loro caratteristiche sono spesso in grado di incrementare l’intensità del gioco e quindi il rischio per i giocatori. I giochi di slot nascondono anche il più alto rischio di perdite tra tutti i prodotti di gioco d’azzardo – si legge nel report della Commissione – e questo è stato sufficiente affinché l’authority decidesse di inasprirne la regolamentazione.

Indice dei contenuti

Cosa cambia con le nuove regole

Ma che cosa cambia con le novità annunciate dalla Commissione? Per il momento, si sa che le nuove regole includeranno il divieto di quattro caratteristiche chiave sulle slot online: la funzione che accelera il gioco, dando così l’illusione di un controllo sul risultato, la velocità di rotazione delle slot, l’autoplay (che secondo la Commissione contribuisce a far perdere il controllo ai giocatori), e ancora l’uso di suoni e di immagini che possono distorcere il giocatore dall’esito finale del gioco (la perdita).

In virtù dei nuovi cambiamenti, gli operatori devono ora dimostrare in modo più chiaro ai giocatori le loro perdite o le loro vittorie, così come il tempo che hanno giocato durante ogni sessione. Le nuove misure di protezione devono essere implementate da tutti gli operatori entro il 31 ottobre 2021.

Secondo Neil McArthur, responsabile esecutivo della Gambling Commission, il divieto di alcune funzioni è necessario perché presentano un rischio per giocatori. McArthur ha anche aggiunto che questo è un altro passo importante per rendere il gioco d’azzardo più sicuro e “dove l’evidenza mostra che ci sono altre opportunità per farlo siamo determinati a prenderle”.

Nel frattempo il ministro dello sport, del turismo e del patrimonio Nigel Huddleston ha commentato affermando che tali passi “aiuteranno a frenare l’intensità del gioco d’azzardo online, introducendo maggiori protezioni che ridurranno il rischio di danni legati al gioco”. Ha poi aggiunto: “Accolgo con favore le dure misure della Gambling Commission mentre continuiamo la nostra revisione completa delle leggi sul gioco d’azzardo per assicurarci che siano adatte all’era digitale”.

Le nuove regole fanno parte di una campagna di protezione dei giocatori più estesa condotta dalla Commissione. Poiché molti casinò fisici rimangono chiusi a causa della pandemia, infatti, sempre più giocatori stanno optando per un’esperienza di gioco online, con l’obiettivo è quello di rendere il gioco d’azzardo più equo e sicuro, introducendo allo stesso tempo protezioni rafforzate intorno all’età dei giocatori e alle loro verifiche di identità.

E tu che cosa ne pensi? Ritieni che queste regole possano validamente essere introdotte anche nel mercato italiano?

Staff di

Dal 2011 testiamo e recensiamo i casino online per fornire ai nostri lettori tutti i suggerimenti più utili per giocare in sicurezza sui siti più affidabili. Senza la presunzione di essere i migliori, ma certi della nostra serietà, competenza e trasparenza.

Guide correlate che ti potrebbero interessare: